venerdì 18 gennaio 2013

Day 1015

La burocrazia italiana non finirà mai di stupirci, si sa, ma quando si ha a che fare con la sanità pubblica ci sarebbe davvero da piangere.
La trafila che ormai ho iniziato a "capire" è questa:

- ti senti male, crisi allergica o altro, è sera, vai al pronto soccorso.
- il pronto soccorso ti dà i primi medicinali

MA
- non può fare fogli mutua perché non sono collegati direttamente all'INPS (!!???!?!?!)
- ti prescrive medicinali ma se vai in farmacia senza la versione mutuabile del dottore di base devi pagare tutto fino all'ultimo penny.

QUINDI
Soluzione a
vai in farmacia perché magari non hai voglia di farti una coda il giorno dopo dal dottore di base con gli anziani che fanno il solito giro mattutino (spesa, posta, dottore, non obbligatoriamente in quest'ordine)
Soluzione b
scegli il dottore di base perché non vuoi più pagare altre imposte irrazionali e quindi verrai punito. Pesce in borse di plastica, sgomitate, lunghe lunghissime attese con gente che finge di star per morire per passare prima. Mentre domani sarà di nuovo lì, viva e arzilla a rifare la coda.

OK
La seconda fase è passata, sei sopravvissuto ma dovrai fare comunque degli esami specialistici per capire che cacchio sia stato a farti star male. Nel mio caso, inizia la trafila del dermatologico/allergologico.

...

A domani, per una nuova ed emozionante puntata.

video

Nessun commento:

Posta un commento

 

Back in 5 Minutes Design by Insight © 2009